Dietro all’acquisto di un’automobile usata, non mancano truffe, la prudenza è sempre la prima regola per chi è orientato verso un’auto di seconda mano. Vi elenco di seguito i principali problemi da controllare per ogni famiglia di automobili.

CITY CAR E PICCOLE:
le utilitarie vengono utilizzate di solito come seconda auto, è raro quindi che che i contachilometri indichino percorrenze elevate. La guida in città però è particolarmente gravosa per la meccanica e in particolare per la trasmissione (cambio, frizione e giunti) e i freni. Anche la marmitta ha vita difficile date che i percorsi brevi, con il motore che nn arriva a giusta temperatura, favoriscono la formazione di condensa che si accumula nel terminale di scarico e lo corrode.

MONOVOLUME E WAGON
Soprattutto se sono a gasolio, sono le auto di chi viaggia molto, c’è il rischio di acquistare vetture con solo un paio di anni ma con circa 100 kilometri, anche se a volte l’indicatore ne riporta meno. Importante quindi è consultare il libretto dei tagliandi per verificare la reale percorrenza. Prima dell’acquisto date un occhio anche al vano di carico. Sulle monovolume controllate che i sedili si possano montare e smontare correttamente. Infine controllate le molle a gas del portellone posteriore.

CABRIOLET E SPIDER
di solito percorrono pochi chilometri e vengono conservate con cura. Tuttavia rimangono ferme per lunghi periodi. Per tale motivo controllate che le gomme non siano ovalizzate (vibrano o fanno rumore: chiedete al venditore di poter guidare l’auto) e che dalle tubazioni della benzina e dell’acqua non ci siano perdite. Fate attenzione alla capote e agli interni: potrebbero essere stati danneggiati dall’esposizione al sole, da un acquazzone improvviso o da incuria.

FUORISTRADA E SUV:
hanno una meccanica forte, fatta per resistere alle forti sollecitazioni sullo sterrato. Non per questo vanno dimenticati i controlli, in particolare quelli agli ammortizzatori, alla frizione (sollecitata nelle partenze in salita) e ai differenziali. Sono da preferire le 4×4 mai usate sullo sterrato, si riconoscono perchè sotto non hanno segni di urti o strisciate (fate mettere l’auto su un ponte).

Indipendentemente dall’auto scelta, stipulata una scrittura privata con tutti i dettagli della compravendita. Per scrivere il documento è possibile utilizzare questo modello presente sul sito Scritturaprivata.net.
In questo modo è possibile limitare i rischi derivanti dall’acquisto effettuato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *