Questa pagina tratta di uno degli argomenti più antichi del mondo: come fare soldi, come guadagnare soldi, come ottenere soldi facili o meglio soldi gratis.
Il motivo di questo breve articolo è il fatto che spesso online si trovano ricette miracolose su come far soldi e ebook da scaricare (al modico costo di 50 euro, 100 euro o 200 euro). Era quindi doverosa una precisazione relativa ai guadagni veloci o immediati: i soldi non crescono sugli alberi e non si trovano neanche ai piedi dell’arcobaleno. Sembrano precisazioni stupide ma, dato il successo di alcuni siti sul guadagno facile (“guadagna x.ooo euro al mese” oppure “diventa ricco in una settimana”) è meglio dirsi le cose come stanno. Gli unici che fanno soldi facili sono quelle persone che riescono a vendere, sfruttando la disperazione o la credulità della gente, migliaia di copie di ebook in un anno a diverse centinaia di euro l’uno.

Fare soldi investendo denaro
Il rendimento atteso di un capitale dipende dal livello di rischio. Quindi per aumentare il rendimento del capitale, bisogna essere disposti ad aumentare il rischio assunto. Aumentare il rischio degli investimenti non significa necessariamente avere rendimenti più alti, significa aumentare la variabilità dei rendimenti, cioè potrà andare molto bene o andare molto male. L’investimento a rischio classico è quello in azioni. In particolare molti siti web parlano di come investire in azioni partendo dall’analisi tecnica dei corsi di borsa di un certo titolo. Il presupposto a questo tipo di analisi è che il mercato finanziario funziona perfettamente, quindi tutte le informazioni su un certo titolo sono incorporate nei prezzi, quindi studiando i prezzi del passato e i loro movimenti è possibile fare previsioni attendibili sul futuro andamento dei prezzi dei titoli. In materia di analisi tecnica esiste una corposa documentazione anche di buon livello. Occorre comunque studiare molto, studiare i grafici dei titoli, fare test senza investire denaro reale e solo dopo cominciare con le operazioni su titoli, stando attenti che le numerose transazioni che farete non vi costino troppo di commissioni di negoziazione. In ogni caso, svolgere in modo serio analisi tecnica richiede una buona cultura finanziaria, ottime conoscenze tecniche, esperienza nell’analisi dei grafici, un continuo monitoraggio dei mercati e molte ore al giorno. E non è detto che vada bene. Se poi i vostri guadagni attesi di borsa servono par pagare l’affitto della casa, la rata di mutuo, l’istruzione dei vostri figli allora vi auguro molta buona fortuna.

Far soldi senza lavorare
Benvenuti nel mondo della fantasia. Le persone usano i loro soldi per comprare beni e servizi. Se quindi volete avere degli incassi, dovete offrire beni o servizi di interesse della gente. Per a vere un profitto dovete poi fare in modo che il totale dei ricavi sia sensibilmente superiore del totale dei costi. Ma questo si chiama avviare una attività imprenditoriale, quindi investire denaro, tempo, competenze e cercare di essere più bravi della concorrenza. Non è una cosa per tutti.

Guadagnare soldi online
Alcuni siti vi diranno che è possibile guadagnare soldi leggendo mail, scrivendo email, scrivendo opinioni sui prodotti, rispondendo a sondaggi. Risulta essere vero, ma si tratta di remunerazioni minime rispetto al tempo richieste, adatte ad uno studente per raggranellare pochi soldi ma assolutamente inadatti per vivere.
Altri siti web sostengono di farvi guadagnare migliaia di euro al mese creando mini siti web, senza saper nulla di programmazione, grazie alla vendita di spazi pubblicitari. Su internet gli spazi pubblicitari si vendono mediamente a click: cioè, ogni click fatto sul vostro sito vi rende alcuni centesimi. Se state pensando di cliccare sui vostri annunci per guadagnare lasciate perdere, esistono sofisticati sistemi di controllo antifrode e sareste scoperti in pochi giorni. Dovete far quindi affidamento sui click generati dai visitatori del vostro sito. Proviamo a fare due conti: per guadagnare 1.500 euro netti occorre un reddito lordo di circa 3.000 euro (considerando la pressione tributaria e fiscale in Italia). Ipotizziamo, per puro divertimento, di non avere nessun tipo di costo di esercizio e di spesa nella nostra attività. Facciamo anche finta che per aprirla non servano investimenti iniziali: sono due semplificazioni molto favorevoli! Supponiamo poi che ogni click ci venga pagato 15 centesimi di euro (che è già un buon prezzo di vendita del click). Per generare 3.000 euro lordi di introiti a 0,15 euro a click occorrono 3.000/0,15 = 20.000 click al mese. Ipotizziamo poi che si abbia un click rate (cioè il rapporto tra pagine viste e click) del 5%, cioè ogni 100 pagine viste del sito ci saranno 5 click. Si tratta di un rapporto molto buono, molti siti non arrivano ad un click rate del 2%, ma qui vogliamo fare esempi accademici e inseriamo dati molto favorevoli (no costi, no investimenti, alto valore dei click, molti click in %). Con un click rate del 5% per generare 20.000 click occorrono 20.000/5% = 400.000 pagine viste al mese. Inutile dire che un sito con 400.000 pagine viste al mese non si crea in due giorni: servono competenze per scrivere gli articoli, preparare la grafica, gestire i server, promuovere il sito online e offline. Serve cioè lavorare in modo intenso e proficuo. Se poi non vi fidate basta andare sui forum di webmaster e chiedere quanto guadagnano con la vendita di pubblicità: la sta grande maggioranza vi dirà di incassare meno di 500 euro al mese. Che non è la soglia di ricchezza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *