Nello scorso articolo abbiamo visto come è importante riuscire a fare trading sfruttando le tendenze. Oltre a questo, è possibile anche vedere in una tendenza delle sottotendenze, che possono anche essere in contrapposizione con la tendenza principale.

Abbiamo visto due diverse tendenze, una su grafici a 15 minuti e una su grafici a 5 minuti. Ipotizziamo che in un primo momento entrambe le tendenze sono in una fase di ribasso o di rialzo, dunque seguono lo stesso andamento, fino al momento in cui le due tendenze non vanno più nella stessa direzione. La tendenza al ribasso si è interrotta quando il grafico a 5 minuti mostra un rialzo.

Nel grafico a 15 minuti bisogna attendere fino a quando anche qui le candele non inizino a segnare un’inversione di tendenza. In questo momento possiamo usare i due grafici per trovare il punto perfetto per entrare nel mercato, seguendo la direzione del trend del grafico a 15 minuti e usando il grafico a 5 minuti come strumento per trovare i punti di ingresso nel mercato.

E’ comunque consigliabile prendere la metà dei propri profitti mentre si segue la tendenza e chiudere totalmente la propria posizione aperta con un ordine di arresto quando la tendenza sarà poi invertita.

Anche se è possibile scambiare le tendenze di un piccolo lasso di tempo, è necessario attendere per mettere in pratica l’azione dei prezzi e riuscire ad avere delle conferme sul fatto che la stessa tendenza, per un periodo di tempo superiore, dunque per il nostro grafico a 15 minuti, sia ben definita.

Riuscire ad operare seguendo il trend ci porta diversi vantaggi. Il più grande fra tutti è sicuramente quello di darci la possibilità di guadagnare denaro semplicemente seguendo la tendenza, secondo le più basilari ed elementari regole del mercato delle valute.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *