Twitter è diventato un trampolino di lancio per imprese e non come e più di Facebook. Twitter consente di conoscere a fondo la persona che si segue, di trovare persone non soltanto con il nome, ma con radicati interessi in comune.

I 140 caratteri, poi, favoriscono le collaborazioni e le call to action.

Cosa facciamo per aumentare i nostri follower? Anzitutto, piccolo segreto di ottimizzazione, fate in modo che i vostri follower siano superiori nel numero ai vostri following (cioè quelli che seguite voi) e cercate di evitare di seguire persone di dominio pubblico che non hanno bisogno del vostro sostegno per essere famosi (cantanti, politici) perché è molto difficile che vi ricambino.

Detto questo a titolo di esperienza personale, passiamo ai metodi collaudati

-Avvisate il mondo che ora siete su Twitter, Facebook, blog, interviste, biglietti da visita sono un ottimo inizio per cominciare (puoi trovarmi anche qui). Spesso, gli utenti sono iscritti a più social network.

-Create spazio per le reazioni. Il metodo migliore è inserire il titolo di un vostro post di approfondimento come Tweet con link di riferimento. Se la frase è scherzosa, ancora meglio. Creare reazioni è ancora più facile se utilizzate i famosi Tweet più frequenti, che trovate a sinistra, subito dopo le informazioni sul profilo o vi basate sulle notizie del giorno.

-Rispondete alle reazioni e create conversazioni convincenti in qualunque situazione. Rispondete a chi commenta con un tweet la notizia che avete dato. Date opinioni e chiedetene. Capiterà spesso che persone affamate di follower cerchino di mettervi difficoltà, rispondete sempre pacatamente e fermamente. Guadagnerete anche venti follower durante la conversazione con qualche utente fastidioso.

-Mostrate i vostri valori e rispondete ai problemi quando potete. Non c’è molto da spiegare, se siete appassionati del web e rispondete risolvendo il problema di molti blogger fate la scelta giusta.

-Scrivete nell’orario giusto, la mattina prima di pranzo, in orario lavorativo, niente tweet speciali la domenica. Sfruttate l#FF, il tag disponibile solo il venerdì per ingraziarvi i follower più bravi nel vostro settore.

Un ultimo suggerimento basato sulle’sperienza personale è dare il benvenuto. Sembrerà stupido, ma è così. Ogni nuovo follower compare sulle vostre interazioni con “Nome-utente ora ti segue”. Vi basta selezionare il nome utente ed inviare un Tweet del tipo “Benvenuto a @nomeutente”. In questo modo la persona si sentirà apprezzata e chiamerà a ruota i suoi follower.

Molto interessante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *