Ogni azienda, per svolgere la propria attività ha bisogno di immobili, di spazi di lavoro e di una serie di servizi utili a porre i dipendenti nelle condizioni di svolgere le proprie mansioni.
Il Facility Manager è la figura manageriale che coordina questi tre elementi, garantisce che ognuno di essi sia organizzato al meglio e ne gestisce i costi, in modo da creare un ambiente lavorativo che favorisca al massimo l’efficienza produttiva, ma che allo stesso tempo incida il meno possibile sul bilancio dell’azienda.

Un buon Facility Manager deve possedere solide capacità organizzative e di pianificazione e, naturalmente, essere in grado di gestire al meglio i conti. Deve mostrare anche doti di comunicazione e leadership. Le sue competenze specifiche, poi, devono spaziare dall’architettura all’economia, dall’ingegneria all’organizzazione aziendale.

La necessità di avere questo professionista è direttamente proporzionale alla complessità di quest’ultima.

La maggiore concentrazione di Facility Manager si ha all’interno delle multinazionali: va a loro, in fondo, il merito di avere introdotto questa figura professionale all’interno del panorama italiano.